venerdì 8 aprile 2016

Due fondi bio a confronto: Sublime di Purobio vs Natural Creamy Makeup di Benecos.


Quando preparai il mio beauty da viaggio per recarmi a Milano in vista dell' Expo, ero consapevole di cosa mi sarebbe più mancato, memore dell esperienza londinese: il fondotinta!
La mia pelle in condizioni di stress, tra cui anche i viaggi poiché comportano un cambio delle abitudini, tende a far fuoriuscire una quantità spropositata di brufoletti che, dato che è anche molto spesso soggetta alla comparsa dei punti neri, evito di coprire con correttori e fondi siliconici.

Nacque dunque l'esigenza di un fondo senza schifezze da utilizzare anche nella quotidianità, lasciando per le occasioni particolari il fondo siliconico.

Un dì in quel di Napoli acquistai il fondo Sublime di Purobio perché decantato in ogni dove nel web e a distanza di non molto fui omaggiata da LoRita Bijoux e Makeup del fondo Natural Creamy di Benecos.

Essendo due fondi dal buon inci dall'effetto affine ho preferito realizzarne un confronto piuttosto che dedicare loro due recensioni diverse. 


Sublime Fondotinta di Purobio.



PACKAGING

Il fondotinta Sublime di Purobio è contenuto all'interno di un tubetto di plastica morbida, molto curato a livello estetico ma davvero scomodo per i miei gusti: puntualmente si rischia di prelevare troppo prodotto.
La confezione consta di parti nere e parti trasparenti da cui è visibile il prodotto contenuto all'interno e di conseguenza la colorazione scelta.
La parte nera invece riporta il logo di Purobio e diverse scritte e certificazioni mentre sul retro vi è una breve descrizione del prodotto e l'INCI.

CARATTERISTICHE

La prima cosa che mi viene in mente, pensando agli aspetti positivi di questo prodotto, è indubbiamente la varietà delle colorazioni disponibili che sono ben 6 e coprono un ampio range di carnagioni. Quasi tutte le colorazioni hanno un sottotono neutro con una componente spiccatamente giallina ed inoltre sono quasi tutte molto chiare infatti per me, che sono bianco gesso, la colorazione 01 è perfetta anche se ho notato che, dopo un po', tende ad ossidare.

Ciò che colpisce principalmente di questo fondotinta è l'elevata coprenza che, per chi ha necessità di coprire imperfezioni legate ad esempio all'acne, è una manna dal cielo dato che, non trattandosi di un fondo siliconico, si hanno minori possibilità di rischiare un peggiorarsi della situazione.

Il fondo in sé è una crema molto densa e corposa, probabilmente per la grande quantità di pigmento contenuta all'interno, che la rende anche molto secca una volta applicata.
Questo mi ha lasciata particolarmente perplessa perché Purobio dice che "Grazie alla presenza di principi attivi performanti sia per pelle secca che per pelle grassa, il fondotinta SUBLIME si fonde perfettamente con tutti i tipi di pelle", cosa che, secondo me, è assolutamente non vera. 
Io ho una pelle normale e su di me questo fondo tende ad evidenziare pellicine che non ho: non oso immaginare su una pelle secca!
Inizialmente ho pensato che ci fosse qualcosa che non andasse nel mio metodo di applicazione, così mi sono ingegnata e ne ho provati diversi.




Come è mio solito, l'ho applicato inizialmente con un flatbuki che in genere mi permette di stendere perfettamente ogni fondo ma la cosa non ha funzionato: il flatbuki che posseggo ha setole abbastanza morbide e, dato che questo fondo è difficile da stendere perché troppo denso, con un pennello così ampio non si ha una diffusione uniforme del prodotto ma piuttosto la formazione di chiazze, anche perché questo fondo tende a fissarsi nell'arco di circa un minuto.
Ho fatto ricorso, dopo essermi informata nel web, alla spugnetta umida che pare sia uno dei metodi preferiti per l'applicazione. Io credo di sbagliare qualcosa ma con questo metodo non riesco a fare un bel niente perché sembra quasi che la spugnetta non rilasci il prodotto e, se mi trovo casualmente a ripassare su un punto dove avevo già applicato il fondo, questo si rimuove con molta nonchalance.
Ho trovato la mia pace applicando poco prodotto alla volta con un pennello abbastanza fitto e tondo che in genere uso per realizzare un lieve contouring. In sostanza con questo pennello riesco a stendere il prodotto e anche a sfumarlo, coprendo piccole zone alla volta.

L'effetto con questo metodo è abbastanza naturale, ciò non toglie che il prodotto è troppo secco per il mio viso (e mi è stato fatto notare anche da una mia amica). Se si esagera con le quantità nel momento dell'applicazione si ottiene un effetto mascherone che in foto risulta fighissimo ma da vicino è terrificante e che, purtroppo, è difficile da correggere perché, come detto prima, questo fondo si fissa subito ed è impossibile da modulare, almeno per me.

Nonostante questo però ho notato che ha una durata pazzesca: lo applico al mattino per andare in facoltà e a sera quando mi strucco sul dischetto ci son i residui del fondo, in ogni caso possiamo dire che dura quasi perfettamente per almeno 5 ore, forse anche qualcosa in più.

In conclusione, è un ottimo fondo per chi ha una pelle da normale (tendenzialmente grassa) a grassa ma che è sconsigliato a chi ha la pelle secca o affine. 

INCI

salvia sclarea flower/leaf/stem water*, glycerin*, silica, octyldodecyl stearoyl stearate, octyldodecanol, sucrose palmitate, cetearyl alcoholglyceryl stearate, mica, potassium palmitoyl hydrolyzed wheat protein, glyceryl caprylate, oleic/linoleic/linolenic polyglycerides, zea mays starch*, tocopherol, vitis vinifera leaf extract, aqua, butyrospermum parkii butter*, argania spinosa kernel oil*, parfum, microcrystalline cellulose, cellulose gum, cellulose, xanthan gum, silver may contain (+/-) ci 77891, ci 77491, ci 77492, ci 77499
*ingredienti biologici/organic ingredients


ALTRE INFO

Cosmetico Biologico
Nickel Tested
Vegan Ok
PAO 6 mesi 

Costo: 13.90 euro per 30 ml


Natural Creamy Make-up di Benecos.



PACKAGING

Il fondotinta è contenuto, anche in questo caso, in un tubetto morbido di plastica abbastanza essenziale infatti è interamente di un color argento satinato con scritte nere. Anche in questo caso il pack è molto scomodo perché si preleva davvero troppo prodotto.

CARATTERISTICHE

A differenza del fondo Purobio, vi è un numero ridotto di colorazioni disponibili (ne sono solo 3) e, come per la maggior parte dei brand venduti in Italia, con nuance abbastanza scure: la tonalità più chiara rimane comunque un tono più scura del mio viso ed ha anche una nota rosa in più che sul mio incarnato spicca particolarmente.

Questo fondo è nettamente più liquido, tuttavia si fissa in pochi secondi dal momento dell'applicazione, probabilmente per via dell'alcol contenuto nella formulazione il cui tanfo colpisce il naso nel momento stesso in cui si apre la confezione.


Anche in questo caso ho provato diversi metodi di applicazione per trovare quello che più mi si confacesse. Il flatbuki, per via della strana composizione del fondo, non lo distribuisce uniformemente e con la spugnetta bagnata non si fissa affatto, anzi si rimuove (perché, assurdo, questo fondo si rimuove con l'ACQUA!!!).
Ho provato dunque con il pennello a sezione tonda e affusolato che uso anche con il fondo Purobio e lì per lì sembra che la cosa funzioni; peccato che c'è un problema basilare nella formulazione, il che ha reso la mia sperimentazione vana.

Una volta che si fissa il prodotto diviene infatti, ingestibile: non è possibile stratificarlo perché fa macchia, o meglio, diviene impossibile da sfumare perché seccandosi subito non si ha il tempo pratico per farlo e se si sovrappone la sfumatura di due zone si ispessisce e comincia letteralmente a SGRETOLARSI.
Ho provato a dare a questo fondo tantissime chance e puntualmente non son riuscita ad andare molto oltre l'applicazione poiché spesso ho dovuto struccarlo dato che l'effetto macchiato era inquietante e anche evidente, senza contare il fatto che si disgrega. Non so dirvi dunque di più sulla durata ma, dato che con l' acqua va via, dubito superi l'ora e mezza.

Ve lo sconsiglio. È davvero pessimo secondo il mio punto di vista e dall'applicazione troppo difficoltosa.

INCI

Aqua, Simmondsia Chinensis Seed Oil* , Alcohol*, Glycerin, Polyglyceryl-5 Laurate,Butyrospermum Parkii*, Silica, Magnesium Aluminum Silicate, Polyglyceryl-3 Stearate, Hydrogenated Lecithin, Citric Acid, P-Anisic Acid, Glyceryl Caprylate, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Xanthan Gum, Helianthus Annuus Seed Oil*, Polyglyceryl-10 Laurate, Limonene, Tocopherol, Sodium Hydroxide, Parfum, Aloe Barbadensis Leaf Juice Powder*, Citral, Linalool, Talc, (+/- (May Contain) Iron Oxides (Ci 77491), (Ci 77492), (Ci 77499), Titanium Dioxide (Ci 77891))
* da agricoltura biologica certificata


ALTRE INFO

Cosmesi naturale controllata
Vegan Ok
Cruelty Free

Costo: 7.39 euro per 30 ml

SWATCH DI CONFRONTO


A sinistra il fondo Purobio a destra quello Benecos
In conclusione, se cercate un fondo da applicare quando andate di fretta, non vi consiglio nessuno dei due tuttavia se avete un po' di tempo da impiegare per la realizzazione della base allora la scelta ricade indubbiamente su quello di Purobio perché qualitativamente migliore. 

Spero che questo confronto vi sia stato utile. Alla prossima!
**Costi tratti dal sito LoRita Bijoux & Makeup