domenica 8 novembre 2015

To the Expo and beyond: cosa c'è nel mio beauty da viaggio per Expo 2015!


Queste settimane sono state un vero strazio, dal punto di vista di salute e università e quindi ho completamente abbandonato il blog anche se ho cercato comunque di essere abbastanza attiva in pagina.

Penso abbiate notato la lunga assenza di queste settimane dovuta in parte all' influenza e in parte al mio viaggio verso Milano con fine l' Expo.
Dato che per le vacanze Londinesi non son riuscita a scrivervi cosa ho portato con me, ho pensato che potesse essere interessante sapere cosa ho portato con me in quest' ultimo viaggio.

Il viaggio in Inghilterra mi ha illuminato sotto molti aspetti riguardo al cosa conviene portare e cosa no quando si è lontani dal proprio mondo truccoso in quanto diverse volte ho sentito la necessità di un prodotto che non avevo con me...
Credo dunque che una guida, che va letta comunque più come una traccia che come una legge visto che ognuno ha proprie esigenze, possa sempre essere utile.

Iniziamo con la base. 

Quando ero a Londra una cosa di cui ho sentito un' estrema necessità era un fondo perché, a causa dello stress da viaggio e da cambiamento di ritmo, mi erano spuntati diversi brufoletti cattivi e meschini cosa che si è verificata anche durante questa breve vacanza a Milano. 
Coprire con i siliconi un brufolo non è di certo la scelta più furba quindi consiglio di portare con sè un fondo minerale o un fondo / bb cream bio, che dunque non occluda i pori e una cipria dall' inci altrettanto decente che opacizzi e faccia reggere il più a lungo possibile il tutto. 
Io ne sono attualmente sprovvista e piuttosto che indossare un fondo siliconico sono andata in giro nature!
Gli unici prodotti per la base che ho portato con me son stati un correttore, il Fit Me di Maybelline nella colorazione 15 per illuminare la zona del contorno occhi, e la cipria Tone Correcting di elf combo che finora su di me ha funzionato e funziona più che bene (peccato che il correttore sia quasi finito ;( )

Ehm il correttore è finito e ho dimenticato che dovevo fotografarlo per il post...
Quello a cui ho dedicato maggiore attenzione è stato il makeup degli occhi in quanto sapendo che avrei mangiato di tutto e di più o preferito evitare i rossetti che nella mia testolina erano riservati alla sera, ceeeerto.
Dato che ero in compagnia di due mie amiche ho preferito portare una palette che contenesse colori semplici da utilizzare ma soprattutto che potessero donare a tutte. Ho ricorso dunque alla Flawless di Makeup Revolution perché mi è parsa la palette più completa dato che contiene colori scuri, chiari, matte e shimmer che rispondono alle esigenze di chiunque soprattutto perché si tratta di nude senza contare la praticità delle dimensioni della palette, nonostante questa contenga ben 28 ombretti. La palette, che ho utilizzato per la prima volta in questa occasione, non mi ha fatto una buona impressione ma devo testarla ancora un po' quindi ve ne parlerò più approfonditamente tra qualche tempo.
Oltre alla Flawless ho portato con me anche la mia amata palette Ever After di Mua, uno dei miei evergreen in viaggio, che, contenendo solo matte, è molto pratica in diverse occasioni ad esempio a me piace utilizzare il colore più scuro per realizzare delle semplici righe di eyeliner molto sfumate.
Come base per gli ombretti ho portato con me il primer I <3 Stage di essence, che si sta rivelando poco utile per le palpebre oleose, la matita nera Long Lasting Eye Liner di Wycon che utilizzo esclusivamente nella rima ciliare superiore per dare l' illusione di ciglia più folte e il mascara Better Than Sex di Too Faced.

Per la categoria blush, terre e illuminanti ho fatto lo stesso ragionamento della Flawless: dovendo truccare più persone ho preferito portare con me una piccola palette di blush di 4 diverse tonalità che potessero adattarsi a più carnagioni quindi ho fatto ricorso alla Blusher & Highlighter di H&M.
Devo confessarvi che ho dimenticato di portare con me terra e illuminante, anche se oggettivamente quest' ultimo l' avrei usato poco e niente.


Ultimi, ma non per importanza, i prodotti per le labbra.
Se vai all' Expo devi mettere in conto che mangerai tantissimo di conseguenza portare con sé rossetti molto scuri o comunque particolarmente evidenti non è propriamente la scelta più saggia di conseguenza ho deciso di optare per nuance neutre ma comunque non nude annulla labbra tranne che per il rossetto serale un po' più intenso ma comunque abbastanza naturale.
Per la tipologia naturali ma non troppo ho portato con me due dei Liquid Lipstick di Wycon nei colori Rosa Ciclamino e Borgogna anche se alla fine ho utilizzato solo il Rosa Ciclamino.
L'altro rossetto che ho portato con me è stato il n° 628 Lampone dei Matt Sublime Lipstick di Wycon (vi avevo mai detto che adoro i prodotti labbra di Wycon???) che comunque non ho usato perché ero talmente stanca la sera che anche quando era in programma una passeggiata, io uscivo completamente struccata...


Dal punto di vista di accessori e simili ho portato con me il set di pannelli ricevuti grazie alla collaborazione con Fraulein 3°8 (di cui vi ho parlato qui) che ho arricchito con ulteriori pennelli perché il kit non va bene di certo per truccare più persone e insieme a questo ho portato anche le pinzette per sopracciglia di essence ma ho dimenticato il temperino (ho ricordato persino lo spray per pulire i pennelli!!!!).


Non sono una tipa che bada molto alla skincare quando viaggia e sbaglia tanto, anzi tantissimo (vedi il tripudio di brufoletti malvagi) anche se con me porto sempre prodotti utili per far fronte a occhiaie e pelle secca da stress (quelli per i brufoli li dimentico sempre...).

Anche in questa evenienza ho portato con me crema idratante ovvero quella della linea Culture Bio di Yves Rocher (usata talvolta la sera) e Contorno Occhi Antirughe di Biofficina Toscana di cui ho abusato e lo adoro perché ha fatto sì che non sembrassi un panda. Grazie Biofficina!
Per lavare il viso avevo portato con me diversi sample e campioncini ma al mattino, mezza assonnata, ho dimenticato completamente di averli portati...

Per la fase struccaggio ho portato con me un acqua micellare di Garnier, acquistata proprio per il viaggio da utilizzare con i dischetti struccanti Cien del Lidl che utilizzato sia per il viso che per gli occhi.


Insomma poca roba e nonostante questo, non ho usato tutto.
Quello che ho imparato è che comunque bisogna portare con sé più prodotti per la cura della pelle, magari non maschere ma comunque qualcosa che impedisca o comunque minimizzi la fuoriuscita di brufoli che, ormai ho capito, saranno una costante in tutti i miei viaggi, MALEDIZIONE!
Se prevenire e curare non basta, il fondo bio ci vuole e penso che a breve ne comprerò uno e ogni volta che partirò avrò attenzione di averne uno con me!

Al prossimo viaggio!