martedì 30 giugno 2015

Recensione [Nabla Cosmetics - Diva Crime]


Lo sapete, arrivo sempre in ritardo però l' importante è che arrivo perché penso che su alcuni prodotti più opinioni si abbiano e meglio è.

Tra i prodotti che hanno fatto più scalpore negli ultimi tempi vi sono indubbiamente i Diva Crime di Nabla, un prodotto che tutte stavamo aspettando, in un certo qual modo.
Dopo miriadi di ombretti, stupendi per carità, e prodotti tendenzialmente liquidi ci volevano dei rossetti opachi soprattutto per rispondere alle numerose richieste delle Nabla addicted.

La descrizione generica del prodotto l' avete letta qualche tempo fa anche qui sul mio blog (se ne volete sapere di più cliccate qui) quindi non mi perderò nella ripetizione di quanto affermato nel comunicato stampa, piuttosto obiettare o confermare quanto vi era scritto, facendo dunque una recensione in cui valutiamo se il prodotto conferma o meno quanto ci ha promesso.

Anche io come molte blogger, fui presa dalla frenesia per questo nuovo prodotto e non mi lasciai scappare l' occasione di acquistarne alcuni, forte della pecunia regalatami per il mio compleanno dai nonnini :D
Affrontando piogge torrenziali e costringendo mia sorella a marinare l' università (che brutta persona che sono! xD) mi recai da La Biotique e riuscii finalmente a recuperare l' ambito tesoro (?), che avete già visto nell' Haul del mese di Aprile.

Da quando uscì il comunicato stampa, avevo già più o meno le idee chiare: sapevo che Panta Rei sarebbe stato mio, e così è stato, e che Ombre Rose sarebbe finito nel mio stash, in quanto sono nella fase nude che si vedono e sono fichi.
Tra i restanti ero molto indecisa tra Alter Ego e Portrait in quanto il primo è un colore davvero intenso e accattivante mentre il secondo contiene un po' troppo arancio.La scelta è quindi caduta su Alter Ego sono però ancora combattuta sul prendere Portrait. Rouge Mon Amour e Across the Universe nonostante fossero due colorazioni particolarmente interessanti non mi convincevano al 100%.
Sono probabilmente tra le poche persone in tutta la galassia che non si è filata di liscio Domina anche se attualmente si trova nella mia collezione per colpa della sistah, che comunque non lo indossa quindi boh!

Dunque, riassumendo lo sproloquio, sono in mio possesso attualmente Panta Rei, Ombre Rose e Alter Ego più Domina di cui però non parlerò in questo post perché regalo di compleanno per la sistah.

Il rossetto presenta un packaging color canna di fucile specchiato inserito all' interno di scatoline nere con la scritta Diva Crime impressa al di sopra in un fucsia metallizzato.
Il prodotto è contenuto all' interno di stick veramente piccoli tanto da sembrare mini size, ma contengono un po' più prodotto di qualsiasi altro rossetto.
La dimensione dello stick può essere considerata un pro e un contro: da una parte il prodotto è molto più pratico perché poco ingombrante d' altro canto, però, si è rilevato che troppo prodotto su una base tanto piccola non giova al prodotto in sé in quanto a molte ragazze, tra cui la sottoscritta, il prodotto ha rischiato di sfracellarsi al suolo. L' ho salvato prima che cadesse dallo stick ma adesso è inevitabilmente danneggiato e rischia di danneggiarsi ulteriormente e la cosa mi dispiacerebbe non poco.
Nell' eventualità acquistaste il prodotto e si verificasse questo evento, non esitate a contattare il servizio clienti che vi sostituirà il rossetto danneggiato, naturalmente associando le foto del misfatto. Io non l' ho fatto proprio perché son riuscita a salvarlo in corner e non avrei saputo cosa fare di due rossetti uguali.

Ciò che caratterizza tutti e tre rossetti è soprattutto la texture ultra sottile che rende facilmente stratificabile il prodotto senza che questo diventi spesso e pesante sulle labbra.
Grazie proprio a questa texture così particolare che il prodotto si stende scorrevolmente sulle labbra. Il rossetto di per sé non è confortevole ma non secca ulteriormente le labbra, tuttavia prima di applicarlo bisogna fare uno scrub o comunque avere le labbra pienamente lisce perché evidenzia le pellicine che sono ulteriormente accentuate dal finish matte del prodotto.
Il finish, in mio possesso, non è velluto ma comunque si opacizza notevolmente alcuni secondi dopo l' applicazione.
Quello che ho notato di questi rossetti è che quando si fissano creano una sorta di patina sulle labbra, che non permette al pigmento contenuto nel rossetto di tingere le labbra, che tende ad aggrumarsi all' interno delle labbra, dove in genere i rossetti scompaiono, dopo un tre ore dall' applicazione. Bisogna quindi stare attente perché, a parte l' antiestetico effetto che si crea, si rischia di trovarsi il rossetto sui denti.
Tutti resistono bene ai pasti (questo comunque dipende da come si mangia e cosa si mangia) e stampano poco, naturalmente quando si ha a che fare con piatti particolarmente oleosi si genera l' orribile effetto "contorno labbra anni '90".

Passiamo però ai rossetti e analizziamoli nello specifico.


Con Panta Rei è stato amore a prima vista! A parte il nome a cui sono particolarmente affezionata, il colore è straordinario perché veramente unico, infatti ho trovato serie difficoltà già nel solo trovare colori che si avvicinassero. Nabla lo definisce un rosa neutro contenente una nota rossastra e direi che la descrizione si avvicina parecchio anche se io vi noto anche una forte componente pescata.
Di sicuro tra i tre è il mio preferito ed è purtroppo anche quello che ha rischiato di sfracellarsi al suolo e attualmente è mezzo distrutto nello stick. Quando è successo stavo per mettermi a piangere.
Nonostante sia una delle tonalità più chiare non svanisce nell' arco delle ore, sempre per via dell' effetto patina di cui ho parlato prima.
Lo ritengo uno dei colori più interessanti della gamma e ve lo consiglio assolutamente.


Dagli swatch comparativi possiamo evincere che non ho neanche mezzo colore che si avvicini minimamente a Panta Rei nonostante la maggior parte abbiano una base pesca.


Ombre Rose non è tanto diverso da alcuni rossetti che posseggo ed evidentemente l' ho preso proprio perché mi piace questa colorazione (quando mi fisso con le cose xD).
Anche in questo caso si tratta di un rosa neutro che si adatta  diversi sottotoni ed è molto portabile. Non lo definirei un nude rosato perché non lo è piuttosto un my lips but better perché uniforma le labbra e dona loro volume perché le fa sembrare più piene e sane.


Come in molte hanno detto, c'è un certa somiglianza tra Ombre Rose e Mehr di Mac e del suo fratellino di Rimmel ma si può anche notare che Ombre Rose è un po' più caldo rispetto a Mehr. 


Il rossetto con cui ho ricevuto più complimenti in assoluto è stato però Alter Ego. Il colore amaranto mixato con la texture opaca rendono questo rossetto davvero interessante: un colore elegante, profondo e, perché no, anche sexy.
Non è il classico rosso e neanche il classico fucsia così che possano apprezzarlo le amanti di entrambi i colori.
Essendo questa la nuance più scura, è anche quella in cui ho constatato l' accumulo di prodotto all' interno del labbro inferiore o comunque in maniera più palese. Con questo rossetto ho mangiato anche una pizzetta parecchio unta e devo dire che ha resistito alla grande, non indenne ma veramente in modo egregio rispetto a molti altri rossetti.


Anche in questo caso non ne ho azzeccato uno. Ce ne son alcuni che si avvicinano ma nessuno che sia oggettivamente comparabile con Alter Ego.

Su questi rossetti si è scatenato un putiferio sul web per via dell' Inci non proprio verde per un'azienda che si professa comunque green.
A me la cosa non tange e quindi valuto oggettivamente la resa del prodotto confrontandola a un qualunque prodotto sul mercato e devo dire che mi son dvvero piaciuti.
Son rossetti ottimi che non hanno nulla da invidiare a fratelli più costosi. La varietà cromatica della linea tenderà sicuramente ad arricchirsi ma già da ora si possono trovare colorazioni che possono accontentare i gusti di tutte.
Vi consiglio di dar loro un' occhiata perché sono a tutti gli effetti validi e vale la pena provarli anche solo per la texture tanto particolare.

I rossetti hanno un PAO di 12 mesi e un costo di 12.90 euro.
Sono reperibili sul sito di Nabla Cosmetics e in molte bioprofumerie che rivendo il marchio, non tutte per via della questione Inci.

Spero che questa review vi sia stata utile.

Un bacio,